Immagine

Alimentazione c o n s a p e v o l e

Dopo alcune note sulla storia dell’alimentazione umana saranno evidenziati elementi di anatomia e fisiologia per chiarire e individuare quali tipologie di nutrimenti sarebbero più adatti all’uomo.

Si cercherà di strutturare un filo logico conduttore ponendo l’attenzione sui cibi da adottare per un corretto sviluppo psico-fisico dell’individuo. Inoltre verranno descritti cibi e associazioni che sarebbe opportuno eliminare o limitare perché tendono ad essere di difficile assorbimento, accumulare tossine, limitare le ns. risorse energetiche, indebolire il sistema immunitario, predisporci a varie patologie.

Possibili accenni su intolleranze, allergie, carenze e patologie legate alla sfera alimentare, cercheranno di “seminare” spunti culturali per adottare una sempre più necessaria eco sostenibilità individuale e globale, che parte… non solo dalla cucina, ma dai ns. comportamenti nel quotidiano.

Alcune indicazioni riguarderanno gli studi sui ritmi, la bioradianza e lo stato vibrazionale dei cibi, per dare il senso e l’importanza alla risonanza dei tempi, dei luoghi, dei modi nella sfera alimentare. Grazie alla Medicina Tradizionale Cinese e alle Leggi Biologiche, sarà evidenziato e compreso anche il forte collegamento tra cibo ed emozioni, anzi che le emozioni sono esse stesse nutrimento.

Saranno infine descritte piccole strategie, grazie alle quali si può migliorare le proprie funzionalità intestinali per avere ritmi più sani, disporre di maggiori energie ed autogestirsi al meglio la salute.

Massimo Zaninelli : Iridologo e naturopata diplomato presso l’Accademia Nazionale di scienze igenistiche e naturali “Luigi Costacurta”,  è un operatore olistico in perenne (de)formazione. Collabora con associazioni ed istituti estetici, utilizzando varie tecniche diagnostiche (iridologia, fisiognomica, kiniesologia, radioestesia, radionica…) e discipline di riarmonizzazione (consigli alimentari, pratiche idro-termo normalizzanti, fitonutrimenti, gemmoderivati, oligoelementi, floriterapie, massaggi olistici, coppettazione, lavaggi energetici, tecniche energetico-vibrazionali…) per indicare una via di equilibrio.

Vegetariano dal ‘96, ha sperimentato per anni il vegan e il fruttarianismo.

Dallo sviluppo della sua tesi “Percorsi neosciamanici nella Natura interiore” in seno all’Accademia di naturopatia Luigi Costacurta, è impegnato nell’elaborare progetti di ricerca dalla finalità iniziale di creare valorizzazioni all’interno dei parchi nazionali, che si è poi evoluto per portare benessere nel quotidiano in qualunque ambiente. Un’altra ricerca affascinante che viene portata avanti con una sperimentazione attuale su sé stesso, riguarda il nutrimento di luce e prana, come possibile alternativa al cibo solido: le implicazioni individuali e planetarie sono a dir poco interessanti.

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N  
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO
http://www.respirolibero.it   
visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

Annunci

Sei sotto stress? Impara a respirare!

Molte persone sono inconsapevoli di vivere in uno stato permanente di stress, con iperventilazione cronica, cioè un respiro superficiale e corto…spesso di bocca…

Questo viene chiamato anche TRAUMA RESPONSE, la modalità che l’organismo usa nelle situazioni di pericolo, desensibilizzando e preparando al combattimento o fuga.

Negli animali dura solo nel momento critico per tornare poi alla normalità, nell’uomo invece rimane anche quando il pericolo non cè più…

Occorre riprogrammare il nostro sistema respiratorio ed emotivo con il BREATHWORK..e tornare alla piena vitalità e gioia di vivere.

Per iniziare viene consigliata una o più sessioni individuali, per avere un sostegno personalizzato col colloquio (counseling) e per  sentirsi più liberi di rilasciare emozioni represse,  ma cè anche chi inizia in un piccolo gruppo, l’importante è sentirti a tuo agio e lasciarti andare ed essere pienamente te stesso.

Il Respiro agisce in profondità sciogliendo i blocchi psicosomatici creati da noi stessi con reazioni spropositate o egoiche alle varie situazioni di vita e che hanno bloccato il nostro sentire in alcune aree.. favorendo il libero fluire dell’energia e la riattivazione del sentire in quell’area psicosomatica e di vita.

Il classico peso al cuore o il mal di testa o il nodo allo stomaco sono blocchi che si possono sciogliere con appositi esercizi bioenergetici e il Breathwork…provare per credere!

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N  
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO
http://www.respirolibero.it   
visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

Vuoi davvero cambiare?

                               Non basta voler cambiare….bisogna sapere come fare..e farlo!

Le tecniche del cambiamento  hanno questi obiettivi:

>Diventare consapevoli e prendere coscienza delle nostre potenzialità.
>Avviare il processo di cambiamento attraverso una trasformazione interiore.
>Sviluppare le nostre abilità intuitive e sensoriali.
>Favorire la comunicazione tra mente conscia e mente inconscia.
>Trasformare le emozioni in energia positiva.
>Canalizzare desideri e pensieri in azioni concrete.
>Sostituire abitudini vecchie e controproducenti con nuovi atteggiamenti costruttivi.
>Agire nel presente, senza farsi ostacolare da emozioni, pensieri, atteggiamenti e abitudini controproducenti.
>Modificare i nostri schemi comportamentali ed introdurre dei cambiamenti nella struttura profonda della mente.

Agire con decisione significa procedere con volontà, intento, attenzione e consapevolezza. Sono poche le persone che sanno comportarsi in questo modo, ma sono quelle che raggiungono i loro scopi e creano realmente dei grandi cambiamenti.

Un vero cambiamento presuppone un lavoro ad un livello molto profondo, superando alcune barriere, blocchi mentali ed emotivi, pregiudizi, abitudini, ricordi negativi, generalizzazioni ed altri filtri mentali. Il primo passo è quello di mettere in dubbio qualunque tipo di verità, per sradicare le convinzioni più negative, modificare alcuni processi di ragionamento e rimodellare il nostro inconscio.

Seminario di Fisica Quantistica con Emanuele Tartaglia, fisico, scrittore
prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N 
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO
http://www.respirolibero.it   
visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

 

VITA…MORTE…ALDILA’

                                    lunedì 9 aprile ore 20.30

Definiamo l’aldilà un luogo o una condizione di continuazione dell’esistenza, spesso solo in forma immateriale come anima o spirito, dopo la morte fisica.
Il confine tra la vita e la morte ha sempre affascinato l’umanità.

Da quando l’uomo ha iniziato a prendere coscienza della vita ha iniziato a farsi domande sulla morte e una delle più ricorrenti riguarda la possibilità che nel dopo vita qualcosa di noi o meglio della nostra coscienza rimanga oppure se la morte sia totale, definitiva e irreversibile…

Da qualche tempo, però, ad interessarsi al fenomeno della morte e della sua possibile funzione come passaggio verso un nuovo stato di vita c’è anche la scienza, in particolare la “fisica quantistica”, una branca della fisica che studia il comportamento delle particelle a livello atomico e subatomico, che formula ipotesi interessanti.

Sono le nuove acquisizioni a cui ci sta conducendo questa cosiddetta “nuova fisica”, figlia di una scienza senza condizionamenti o paraocchi ideologici, né sorpassati pregiudizi materialistici, ormai stantio retaggio ottocentesco.

Essa ci conduce ad implicazioni davvero fondamentali per la nostra esistenza ed il nostro modo di guardare alla vita, e che in futuro certamente modificheranno radicalmente culture, costumi, mentalità e modi di vivere.

seminario di Fisica Quantistica con Emanuele Tartaglia, fisico, scrittore

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO
www.respirolibero.it 
  

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

La Via dei CHAKRA: 7 chiavi per evolvere

   giovedì 22 marzo ore 20.30 >Aprire il 5°Chakra della Gola, espressione di sè
                   19 aprile aprire il 3° occhio, visione e intuizione
                   17 maggio aprire il 7° chakra, connessione col tutto

 

I Chakra sono i centri energetici che plasmano la nostra vita.

 

“Lasciate che i chakra diventino una lente attraverso cui guardare la vostra vita e il mondo intero. È un viaggio ricco e pieno di colori. Lasciate che il ponte arcobaleno dell’anima si svolga davanti a voi lungo il vostro cammino” Anodea Judith

I Chakra sono un sistema, una mappa per evolvere, che ci permette di autosservarci e comprendere dove siamo e su che cosa lavorare.

Questa è una saggezza antica, non “new age”, una scienza spirituale, che viene dallo Yoga e che rappresenta un vero e proprio patrimonio dell’umanità.

Siamo esseri multidimensionali: abbiamo corpi, emozioni, pensieri, idee, personalità, credenze, identità e lavorando su un chakra alla volta, riusciamo ad affrontare meglio questa complessità, sapendo comunque che tutto è correlato.

Chakra dal “sanscrito”significa ruota, vortice energetico che si irradia dalla colonna vertebrale, seppur invisibile plasma il corpo e lo mantiene in vita, permettendo un continuo scambio energetico con gli altri e l’ambiente.
Possiamo immaginarlo e ancor meglio sentirlo come una ruota di energia che gira molto velocemente, una sorta di vortice energetico.

Quando i Chakra sono aperti, l’energia fluisce liberamente sia verso l’alto/basso che verso dentro/fuori, dando luogo a benessere fisico e psicologico, proviamo piacere.

Quando invece uno o più Chakra è chiuso o bloccato, l’energia, non riesce a fluire e questo provoca disordine nel corpo/mente e noi proviamo ansia, depressione, stress eccessivo o dolore…

Consideriamo i 7 Chakra principali lungo la colonna, a cui corrispondono degli elementi, funzioni e disfunzioni, identità, diritti, colori, archetipi, stati interiori e aree di vita quali (dal basso verso l’alto): sopravvivenza, sesso, potere, amore, comunicazione, immaginazione/ intuizione e connessione col tutto.

La Via dei Chakra è un percorso di gruppo, ci incontriamo una sera al mese in cui sperimentiamo un determinato chakra per volta per comprendere ed equilibrare quei particolari temi nella nostra vita.
Usiamo specifici esercizi corporei, energetici e meditativi che aiutano a sentirci più profondamente, a essere più consapevoli e a liberare i nostri blocchi.

Infatti uno degli obiettivi è scoprire quali sono i chakra bloccati e come equilibrarli.

Questo sistema è un viaggio nelle nostre identità, tramite questi sette portali, che ci rivelano ciascuno una parte di noi. Sette chiavi che aprono la medesima Serratura: impareremo a padroneggiarle e a valorizzarle, a usarle quando è opportuno e a celarle e proteggerle, se necessario.

Possiamo considerare i Chakra come dei CD psichici, che contengono i programmi per ogni aspetto della nostra vita, un software che plasma e dirige l’hardware del corpo fisico.
Il chakra di base , ad esempio contiene il nostro programma di sopravvivenza, come il tipo di costituzione fisica, la dieta, la quantità di denaro necessaria, la salute fisica e come curarci..ecc.

Uno squilibrio dei Chakra può causare dei disturbi di tipo psicologico e portare anche all’insorgenza di patologie a livello fisico. Ecco perché è importante capire la funzione di ogni Chakra, e cosa puoi fare per far fluire liberamente l’energia attraverso di essi.

Noi possiamo operare con varie tecniche: Yoga, Bioenergetica, Respiro, Suono, Danza, meditazione…per eliminare ogni blocco e difetto del chakra e del suo programma e per far funzionare al meglio l’intero sistema energetico che siamo…

Quando l’energia torna a fluire liberamente allora ritroviamo la buona salute fisica, mentale e spirituale, e i chakra in equilibrio consentono di vivere la vita al massimo delle nostre potenzialità.

Riportare l’equilibrio ai propri Chakra significa ritrovare il benessere psicofisico e vivere ogni giorno della nostra vita con salute, energia e vitalità.

Facilitatore Vittorio Rossi, Counselor Bioenergetico e insegnante di Respiro

commenta o scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO

www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

Il Tempo è mio amico.

                    lunedì 8 gennaio ore 20.15  > ottimizzare il tempo

Capire come organizzare il tempo è una delle abilità chiave per essere felici ed avere successo nella vita.

“Ottimizzare il tempo” è un’espressione che ci ricorda il “business plan” di un manager, ma il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo e sprecarlo significa non vivere pienamente la nostra esistenza. Dobbiamo riprenderci il nostro tempo e padroneggiarlo!

Cosa significa ottimizzare il tempo ? Innanzitutto eliminare gli sprechi, sbarazzarci del superfluo e concentrare la nostra attenzione e le nostre energie solo su quelle attività che davvero aggiungono valore ai nostri veri obiettivi.

Rimandare è una trappola. Troveremo sempre delle scuse per rimandare. Ma la verità è che esistono soltanto due cose nella vita, le scuse ed i risultati, e con le scuse non si va da nessuna parte.

Il rinviare può essere un vero problema, ore o addirittura giorni sprecati a non concludere nulla, per non parlare della frustrazione e dello stress per le scadenze che si avvicinano inesorabili…questo è sprecare tempo..

Rimandare è un comportamento appreso, e come tale può essere modificato grazie a precisi stratagemmi. Possiamo scegliere di continuare a rimandare a domani i nostri impegni, i nostri progetti, i nostri sogni, oppure possiamo scegliere di smetterla una volta e per tutte di rinviare ed iniziare la nostra rivoluzione personale. Qualsiasi sia la decisione si tratta di una nostra responsabilità.

Possiamo perdere soldi e rifarci in un secondo momento, ma ogni minuto che perdiamo è irrecuperabile.

Cè un tempo per ogni cosa…

Ora è il momento di meditare su tempo…

Domandiamoci cosa significa per me usare bene il tempo e non sprecarlo inutilmente…

Ma qual’è la natura del tempo? Arriverà una fine? I progressi della fisica, possibili in parte grazie alle nuove tecnologie, suggeriscono risposte ad alcune di queste domande…

Corso sul Tempo in 4 lezioni

>fisica quantistica per creare la tua realtà, seminario con Emanuele Tartaglia

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

 

 

Il linguaggio del corpo – Body Language

lunedì 29 maggio ore 20.30

Come teniamo le mani quando parliamo con gli altri? 
E dove ci sediamo di solito? In fondo per non essere notati, anche se non sentiamo molto bene, oppure nelle prime file, dove tutti ci vedono? 
A quale distanza ci teniamo dalle persone per sentirci a nostro agio? 
In ascensore o in autobus, fianco a fianco con degli estranei, quale atteggiamento assumiamo? 
Quando siamo seduti e ci annoiamo, quale posizione assumono, a nostra insaputa, le gambe e le braccia?
Quando mentiamo ci accorgiamo che le mani sfiorano in un certo modo il viso? 

Siamo coscienti di come ci muoviamo e del significato che i nostri gesti e atteggiamenti possono svelare? Di come cioè ci presentiamo agli altri?

Sembra che siano solo i primi quattro minuti del primo incontro quelli che lasciano nell’altro un ricordo permanente, che può essere positivo o negativo. Difficilmente poi si potrà correggere quella prima impressione.

Se il nostro gatto scodinzola nervosamente, subito comprendiamo che preferisce essere lasciato in pace, ma se un nostro amico, dondolando nervosamente un piede, ci dice “va tutto bene”, noi crediamo alle sue parole.

Abbiamo del tutto dimenticato il significato della gestualità del corpo, e soprattutto che il corpo non mente.

E’ in contatto diretto con le nostre emozioni più profonde, le nostre paure, le nostre ansie, la nostra gioia, e le trasmette direttamente ai gesti della mano, delle gambe, ai muscoli del viso.

La nostra mente può decidere se esprimere o meno verbalmente queste emozioni, ma sappiamo che a volte è meglio tacere. E allora non ammettiamo di essere infastiditi, ma lo dice per noi un piccolo gesto compiuto involontariamente dal nostro corpo al quale, di solito, nessuno presta attenzione.

Ci sono persone che vengono considerate intuitive o dotate di un particolare sesto senso perché riescono a cogliere al volo la vera identità degli altri. Probabilmente sanno solo leggere bene i messaggi trasmessi dal corpo e sanno osservare se sono in sintonia o meno con le parole che vengono pronunciate.

Gesti, contatto fisico, variazioni del tono di voce e altri comportamenti non verbali sono le forme più primitive e universali espresse dall’uomo; la lettura del linguaggio del corpo ci da modo di cogliere segreti, intenzioni ed emozioni nascoste.

Seminario con Emanuele Tartaglia, Fisico, scrittore, formatore, esperto di fisica quantistica, comunicazione, PNL e legge di attrazione.

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

guarda il calendario attività aggiornato

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015

Via Gentilotti 14, TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

Oltre le tue paure…la vita ti aspetta!

Sviluppa la fiducia in te stesso > lunedì 15 maggio ore 20.30

 “Se senti una voce dentro di te che ti dice “non sei in grado di dipingere“, allora senza esitare inizia a dipingere, e quella voce sarà messa a tacere.” ~ Vincent Van Gogh

Com’è che le nostre convinzioni comunicano con noi? Attraverso quella vocina che abbiamo in testa, il nostro dialogo interno, i nostri pensieri.

Il dialogo interno contribuisce a formare il nostro stato d’animo, lo stato d’animo contribuisce a farci compiere le azioni, le azioni portano ai risultati, e i risultati portano alla formazione di un nuovo stato d’animo, in un circolo vizioso o virtuoso, a seconda delle situazioni che viviamo. 

Per cambiare e rendere produttivo il nostro dialogo interno come al solito le domande ci vengono in aiuto. Chi fa domande guida la conversazione, ed è vero anche per il  dialogo con noi stessi. Le parole generano immagini e le domande permettono alla mente di muoversi verso una determinata direzione, quindi le parole e le domande giuste ci aiutano a superare le convinzioni non utili e a rafforzare quelle utili. 

La mente fa sempre quello che le chiediamo, senza commentare e senza giudicare. Siccome obbedisce sia quando la usiamo inconsciamente per depotenziarci, sia quando la utilizziamo consciamente per potenziarci, tanto vale mettere a frutto i suoi servizi per potenziarci.

Il linguaggio del corpo > lunedì 22 maggio ore 20.30

Sicuramente ci sarà già capitato di trovarci particolarmente a nostro agio con qualcuno, di conoscere qualcuno che “a pelle” ci è simpatico. Razionalmente non sapremmo dire il perché, non conosciamo la strategia che noi e lui abbiamo utilizzato per raggiungere questo obiettivo; infatti, la maggior parte delle strategie sottese ai nostri comportamenti sono inconsce. A ben pensare sarebbe davvero utile e comodo conoscere la tecnica che serve a creare sintonia istantanea, perché se ci è nota disponiamo della facoltà di usarla con tutti, anche con quello che di primo acchito ci è antipatico.

Sarebbe interessante conoscere a fondo e possedere questi strumenti linguistici per poterli usare anche a scopo difensivo. Ma la comunicazione efficace non è solo questo si può comunicare su tre livelli: verbale (i contenuti), paraverbale (la voce) e non verbale (il linguaggio del corpo).

Il segreto è nel gesticolare in un certo modo, nel sottolineare con un timbro diverso della voce alcune parole più importanti di altre. Quindi la questione è semplice, i tre livelli della comunicazione sono tutti e tre importantissimi per ottenere un buon risultato, verbale, paraverbale e non verbale.

Coaching individuale> lunedì 29 maggio ore 20.30

Il coaching si focalizza su un livello comportamentale, in quanto consiste nell’aiutare una persona a realizzare o a migliorare una determinata performance comportamentale. A questo livello i metodi di coaching sono finalizzati a promuovere la consapevolezza conscia delle risorse e delle abilità, e lo sviluppo della competenza conscia. Questi metodi consistono, tra l’altro, nel sollecitare e rinforzare le abilità delle persone attraverso un’attenta attività di osservazione e di feedback. Il coach osserva il comportamento delle persone e fornisce loro una guida e dei consigli su come migliorare in situazioni e contesti specifici.

Seminario con Emanuele Tartaglia, fisico, formatore e scrittore 

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

guarda il calendario attività aggiornato

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015

Via Gentilotti 14, TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

Coscienza Quantica

cosc-q

1) I tre strumenti per cambiare la nostra realtà > lunedì 3 aprile ore 20.30
2) L’autostima, la paura e il cambiamento > lunedì 10 aprile
3) La comunicazione efficace > giovedì 20 aprile
4) Sviluppa la fiducia in te stesso > giovedì 27 aprile
5) Coaching individuale 20 min.

scoprire la nostra reale identità oltre le illusioni
Fisica Quantistica per creare la tua realtà

La coscienza è il tessuto della realtà, ma cos’è  la coscienza?
Con la scoperta del campo unificato, il cosiddetto campo della superstringa, siamo in grado di comprendere che la vita è fondamentalmente ‘Uno’.

Tutta la materia esiste solo in virtù di una forza, che porta la particella di un atomo allo stato vibrazionale, e che tiene assieme gli atomi. Dobbiamo desumere, dietro a questa forza, l’esistenza di una mente cosciente ed intelligente. Questa mente è la matrice di tutta la materia.

Ad un livello molto profondo la materia e la coscienza sono inseparabili e interconnesse, due aspetti di un unico tutto. A livelli molto profondi la coscienza dell’umanità è una. 

La coscienza è il teatro, e precisamente l’unico teatro su cui si rappresenta tutto quanto avviene nell’universo, il recipiente che contiene tutto, e al di fuori del quale non esiste nulla. La sola possibilità è di accettare  che la coscienza è un singolare di cui non si conosce plurale, che esiste una sola cosa, e quello che sembra una pluralità non è altro che una serie di aspetti differenti della stessa cosa, prodotta da un’illusione.

La coscienza è il fondamento dell’esistenza al di là del cervello e di qualsiasi cosa possiamo immaginare, ipotizzare o intuire.

Quando facciamo una scelta nella vostra vita, noi scegliamo tra due possibili situazioni future. Non appena fatta la scelta uno dei possibili futuri scompare. Ma è vero, oppure questo futuro alternativo seguita comunque ad esistere in un mondo parallelo, ed è vissuto da un’altra parte di noi? Secondo la “teoria dei mondi molteplici” in fisica, ogni qualvolta ci sia un momento di scelta, avviene una divisione nell’universo, e le varie possibilità coesistono in mondi paralleli. 

L’interpretazione dei mondi molteplici della meccanica dei quanti fu formulata già negli anni ’50. Questa teoria stabilisce che non appena si verifica una scelta nell’universo, questo si scinde ed entrambe le possibilità esistono dunque in due mondi paralleli. Secondo questa teoria, l’universo consiste in un’infinita varietà di mondi e il nostro cosmo è solo uno di questi mondi.

E’ la coscienza della persona a determinare la forma e la dimensione degli oggetti nell’universo. La filosofia realista di provenienza greca ha sempre affermato che la realtà esiste di per sé, a prescindere dall’esistenza dell’osservatore, mentre la fisica quantistica ha scoperto che l’osservatore è determinante nella formazione della realtà.

In effetti, la realtà che noi percepiamo con i nostri sensi è l’incontro tra il ‘funzionamento di base dell’universo, che potenzialmente può assumere infinite forme, e la ‘presenza dell’osservatore, che ne determina con la sua coscienza la forma. Praticamente, la realtà è come la pensiamo…

Seminario con Emanuele Tartaglia, fisico, formatore e scrittore 

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

guarda il calendario attività aggiornato

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015

Via Gentilotti 14, TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

 

Autostima: sviluppa la fiducia in te stesso

bow

lunedì 13 febb. ore 20.30  AUTOSTIMA: sviluppa la fiducia in te stesso
lunedì 20 febb. ore 20.30  AUTOSTIMA e Comunicazione

Molte persone hanno il proprio Talento e sanno fare qualcosa bene, con piacere e senza fatica ma spesso senza esserne consapevoli…

A volte abbiamo la sensazione di possedere grandi potenzialità, ma di non sapere come esprimerle…
Spesso troppo controllo da parte della ragione limita i risultati o  inibisce la creatività.

Ognuno di noi può accedere a queste risorse nascoste, basta sapere come entrare in noi… e il linguaggio è una di queste modalità per accedere alla mente inconscia.

Le cose divertenti si imparano meglio e più velocemente, quindi giocheremo e ci sperimenteremo. L’intento è apprendere delle tecniche e degli strumenti per accedere a quell’area della mente, nostra e altrui, che qualcuno chiama inconscio, qualcuno emotiva, qualcuno istintiva e altri ancora sottocorticale.

Tutti abbiamo provato la sensazione del “ voglio ma non riesco” e tutti abbiamo avuto un senso di impotenza rispetto a qualcosa di apparentemente semplice. Il pensiero logico e la dialettica classica non ci hanno aiutato a uscire da quelle situazioni, altrimenti non avremmo provato quelle sensazioni spiacevoli. La questione da affrontare sta su un altro piano.
E’ importante considerare l’autostima come una spia di allarme; quando cala ci avvisa che stiamo inseguendo desideri altrui trascurando quelli che sono i nostri reali bisogni.
Nel seminario vogliamo:
  • Scoprire quali sono i nostri valori fondamentali e quindi fare chiarezza con se stessi rispetto quello che si vuole e quello che non si vuole nella propria vita.
  • Riconoscere le nostre emozioni distruttive: imparare a riconoscere ed entrare in contatto con emozioni maggiormente sane e che ci sostengano nei momenti di difficoltà.
  • Lavorare sull’immagine di sé: molto spesso ci armiamo di buoni propositi e determinazione (voglio dimagrire, voglio smettere di fumare etc..), ma se prima non modifichiamo l’immagine che abbiamo di noi stessi tenderemo inconsciamente a sabotarci.

Seminario con Emanuele Tartaglia, fisico, formatore e scrittore 

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

guarda il calendario attività aggiornato

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14, TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro