COUNSELING

Counseling: la relazione di aiuto

Il Counseling è una relazione d’aiuto che sostiene e supporta chi si trova in un momento di difficoltà, disagio o cambiamento.

Il Counselor è un facilitatore che  fornisce il proprio sostegno, accompagnando il cliente nella soluzione della situazione di crisi/cambiamento cercando di attivare il suo potenziale.
A differenza della psicoterapia si propone di accompagnare la persona
nella soluzione di un problema attuale e in tempi più rapidi.

Il Counseling – dal latino consulo “venire in aiuto di” – è un metodo di crescita  fondato sull’ ascolto attivo e sulla attivazione delle risorse interne e potenzialità della persona.

L’attenzione ai bisogni e risorse degli individui fa sì che il counseling  si presenti come una pluralità di metodologie  flessibili orientate alla definizione di un percorso di sviluppo e di evoluzione personale (individuale e di gruppo).
Non è il counselor a definire qual è il modello adatto al cliente, ma è il cliente stesso, con le proprie esigenze specifiche, a orientare la definizione del modello di intervento più efficace.

Il Counseling Somato-relazionale (approccio corporeo/energetico) si propone di ascoltare e integrare, oltre all’approccio verbale,  tutti quei messaggi e sintomi che il corpo continuamente e saggiamente ci dà.

Il corpo non mente, quindi è sicuramente un canale tanto importante quanto trascurato..

Viene integrata l’uso della bioenergetica per favorire un contatto più profondo con il Sè e un maggior radicamento nella vita quotidiana.

I valori di un Counselor sono: l’Empatia, l’Autenticità (o congruenza) e l’Accettazione positiva incondizionata

Il counseling si può definire un approccio centrato sulla persona e sull’esperienza del soggetto. Vale a dire che è la persona, il cliente, a guidare il processo di aiuto, e il counselor non si presenta come “esperto”, ma come facilitatore delle dinamiche che intervengono all’interno della relazione di aiuto.

Questo significa che il counseling, a differenza di altri approcci a carattere psicologico, non è considera l’individuo come portatore di problemi, ma come portatore e origine delle soluzioni.
Il counselor, allora, non fa altro che mettere la persona nelle condizioni di comprendere la situazione in cui si trova e di gestire il problema attraverso le proprie risorse interne (empowerment).

Quando è utile

– Nei momenti di cambiamento e crisi (opportunità)
– Nelle difficoltà; in famiglia, sul lavoro e nelle relazioni affettive.

– Nel superare eventi stressanti.
– Per migliorare la propria capacità di espressione.
– Quando si sente l’esigenza di parlare ed essere ascoltati con disponibilità e professionalità in uno spazio protetto.
– Quando si dedica tempo ed amore a se stessi per migliorare la qualità della propria vita e relazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...