Tre passi nell’AUTOSTIMA

unnamed

giovedì 20 ottobre ore 20.30
L’importanza di credere in tè stesso. 

L’autostima è il modo in cui sentiamo e pensiamo a noi stessi, ed è legata alla crescita della nostra personalità.
E’ un valore dinamico da rivedere costantemente e da costruire in un percorso verso la conoscenza di se stessi.

La percezione di sé ha un impatto enorme sul mondo in cui gli altri ci considerano.
L’autostima è una componente fondamentale del nostro benessere e funziona come una particolare lente che ingigantisce o miniaturizza le nostre risorse personali, e le sue basi sono in noi stessi, non dipendono dalle opinioni e tanto meno dai giudizi di chi ci circonda.

Chi soffre di bassa autostima vive la sensazione di perdere il controllo dei propri stati d’animo sentendosi spesso mancare le forze e la determinazione per raggiungere i propri obiettivi, per fortuna la bassa autostima non è una condizione permanente e possiamo fare molto……

…Seminario con Emanuele Tartaglia, fisico, formatore e scrittore 

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

guarda il calendario attività aggiornato

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel. 3477603015
Via Paradisi, 15/3 TRENTO
www.respirolibero.it   
visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro
Annunci

Trilogia della Gioia


PNL (Programmazione Neuro-Linguistica)

Martedì 13 novembre ore 20

C’è una differenza tra il mondo e l’esperienza che ne abbiamo. Ciascuno di noi crea una rappresentazione del mondo in cui vive; creiamo cioè una mappa o modello, che usiamo per originare il nostro comportamento. La nostra rappresentazione del mondo determina in larga misura l’esperienza del mondo che avremo, il modo in cui lo percepiremo, le scelte che ci sembreranno disponibili vivendoci dentro.

La Programmazione Neuro-Linguistica, a partire dagli anni ’70, ha studiato le persone di successo, quelle che avevano una grande autostima e che eccellevano nel loro settore, e ha analizzato i processi mentali che esse eseguivano inconsciamente. Queste persone, di fatto, non sapevano come facessero a sentirsi bene o ad avere fiducia in se stesse. Vennero analizzati i loro comportamenti, le loro convinzioni, la loro identità, tutto quello che facevano e pensavano, tanto da estrarne delle strategie. Bandler e Grinder, fondatori della PNL, sono partiti con una domanda: “Qual è la differenza che fa la differenza?”. Sono le piccole strategie, i piccoli processi mentali che ci consentono di avere una vita migliore e di qualità, di avere rapporti pieni ed efficaci e di gestire al meglio il nostro stato d’animo.

Compresero, ad esempio, che le convinzioni che quelle persone si erano formate nel corso degli anni avevano fatto sì che essi avessero acquisito una grande autostima. Al tempo stesso verificarono che molte persone prive di autostima avevano convinzioni limitanti, che le rendevano rigide, poco flessibili e quindi bloccate nelle situazioni che si trovavano ad affrontare. Ricostruirono, quindi, il modo in cui queste convinzioni si erano formate, individuarono da quali fattori dipendevano e ne estrassero i pilastri dell’autostima, nonché, in generale, quelli della gestione delle proprie emozioni, del proprio stato d’animo.

Volendone dare una definizione, la PNL è la disciplina dell’eccellenza umana, cioè uno strumento che mira a portarti all’eccellenza. Quindi l’obiettivo è molto impegnativo e le promesse altrettanto ambiziose. Non si tratta affatto di una scienza, ma di pura pratica. Funziona perché la PNL è per definizione ciò che funziona.

I tre pilastri che influenzano il tuo stato emotivo sono: focus, linguaggio e fisiologia. Conoscerli significa imparare a gestire al meglio le tue emozioni e, in generale, il tuo “stato” emozionale. Questo seminario ti aiuterà a capire come utilizzarli per migliorare la fiducia in te stesso.

Gratitudine (tecnica del grazie)

Martedì 20 novembre ore 20

Chiunque tu sia, dovunque tu sia o qualsiasi esperienza tu stia vivendo, la magia della gratitudine cambierà la tua esistenza.

Domandati quanta gratitudine hai saputo mostrare finora nelle sfere più importanti della tua vita, quella economica, lavorativa, la salute, la vita familiare, e capirai perché la tua è (o non è) magica: le sfere più soddisfacenti sono certamente quelle nelle quali hai profuso maggiore gratitudine, le più incerte quelle derivanti dal comportamento opposto. Sentirsi felici e leggeri è importante per creare consapevolmente, il problema non è tanto la presenza della negatività, quanto l’assenza della positività.

La gratitudine è uno strumento potente. Quando siamo depressi o tristi la cosa migliore da fare è pensare a tutte le cose belle nella nostra vita per le quali possiamo essere riconoscenti. Se lo facciamo, cambieremo la nostra energia molto velocemente.  Ci eleviamo e siamo più in alto rispetto ai nostri problemi.

Vivere in uno stato di gratitudine migliorerà non solo il tuo umore, ma i tuoi rapporti con gli altri. Se pensi che lamentandoti di qualcosa, porterai qualcosa di positivo dentro la tua vita, sappi che ti sbagli di grosso.

Tutto, intorno a noi è influenzato dai nostri pensieri. Se vuoi migliorare il tuo stato di benessere, devi imparare a controllare i tuoi pensieri, poiché i pensieri negativi partono molto blandi e innocenti in principio, perché è divenuto normale lamentarsi di tutto e di tutti oramai, ma poi finiscono per trasportare il tuo stato cosciente in uno stato di buio perenne, da cui è davvero difficile uscirne. I pensieri negativi sono come le sabbie mobili: una volta che sei caduto dentro, hai bisogno che qualcuno ti allunghi una mano per salvarti la vita.

La gratitudine opera grazie alla legge “simile attrae simile”. Nella tua vita, la legge agisce sui tuoi pensieri e sentimenti poiché anch’essi sono energia. Quindi, quando pensi qualcosa, quando senti qualcosa, eserciti un’attrazione.

Se sei attraversato da pensieri come “Odio il mio lavoro”, “Non trovo il mio partner ideale”, “Tutto va di male in peggio”, non farai che richiamare a te altre esperienze simili.

Se, invece, ti concentri su ciò che ti gratifica, per esempio “Ho un lavoro che mi piace”, “Oggi mi sento una meraviglia”, e percepisci un senso di gratitudine, richiamerai  nella tua vita altre cose simili. La gratitudine è magnetica, e quanta più ne hai, tanta più abbondanza attiri.

 

EFT (Emotional Freedom Techniques)

Tecniche di Libertà Emotiva.

Martedì 27 novembre ore 20

Si tratta di un metodo definito comunemente “agopuntura psicologica senza l’uso di aghi” e fa parte delle Tecniche Energetiche sui Meridiani. Nasce grazie a Gary Craig, un ingegnere della California che, resosi conto della sua straordinaria efficacia, ha diffuso EFT in tutto il mondo.

EFT è una tecnica per liberare le emozioni bloccate, ne consegue che tali emozioni, quando escono, possono generare dolore emotivo e talvolta fisico, lacrime, sensazioni negative. Tali risposte sono temporanee, e possono far parte del normale processo di EFT che richiede di considerarle a loro volta come oggetto del trattamento.

EFT permette di individuare e trasformare i blocchi (per la maggior parte inconsci) che limitano la naturale espressione dei propri talenti.

EFT può aiutare a gestire stati emotivi difficili (paure, dipendenze, blocchi, ansie, “seghe mentali”), ad individuare e sciogliere i conflitti causa di molti sintomi fisici (EFT come rimedio psico-somatico e somato-psichico), a trasformare comportamenti indesiderati, a scoprire i propri talenti, a lasciar andare le ferite del passato, a focalizzare meglio il futuro, e tanto altro ancora.

 Come funziona EFT?

Il metodo si basa sulla stimolazione di una serie di punti del corpo connessi con la rete dei Meridiani (Medicina Tradizionale Cinese) mentre l’attenzione viene posta sulla tematica da risolvere. Si attivano i punti mentre si lasciano fluire i pensieri (e le sensazioni), descrivendoli opportunamente con parole o frasi.

EFT aiuta il praticante a far luce sulle problematiche, ad uscire dallo stato ipnotico nel quale spesso le si vive e ad ampliare il punto di vista. Ciò grazie al fatto che la stimolazione dei punti innesca catene di reazioni a livello energetico e neurale, tali che la tematica si trasforma letteralmente sotto i suoi occhi.

Queste tecniche fanno parte del corso le 10 CHIAVI X CAMBIARE

prenotati per partecipare alle attività

scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N
Tel 347-760.30.15
Via Paradisi, 15/3 TRENTO

www.respirolibero.it