BIOENERGETICA

CLASSE DI BIOENERGETICA

La Bioenergetica è la via vibrante alla salute
e la via alla salute vibrante.

Alexander Lowen

E’ una pratica psicocorporea ed evolutiva di autoconoscenza per entrare in profondo contatto con Sè stessi, come unità di corpo-mente-emozioni-Essenza.

Usa particolari esercizi fisici di carica e scarica energetica, posizioni e contatti corporei, tecniche respiratorie ed espressive, per sciogliere i “blocchi energetici”  che sono le tensioni e lo stress cristallizzati  nel  tempo a livello fisico e psicoemotivo.

Questi blocchi impediscono il normale e piacevole flusso dell’energia nell’organismo e diminuiscono anche la sensibilità delle zone in tensione e spezzano la nostra unità originaria creando una vera e propria “corazza caratteriale”.

Scopo della Bioenergetica è radicarci nel corpo e ristabilire il libero flusso del respiro e dell’energia, sciogliere i blocchi , essere in pieno contatto col proprio corpo ed emozioni, aprire nuovamente il cuore e tornare a vivere con piacere, grazia e spontaneità in piena consapevolezza.

Impariamo , con la pratica, a sentire noi stessi, a rimanere radicati (grounded) a esprimere le nostre emozioni e a fidarci della saggezza del nostro Sè profondo (resa).

Il corpo e la mente funzionalmente sono identici, ciò che succede al corpo riflette ciò che accade nella mente e viceversa, individuando così una corrispondenza tra struttura del carattere ed atteggiamenti corporei dell’individuo, e una identità funzionale tra processi psichici e quelli somatici.

La pratica della Bioenergetica si pone come una modalità di interpretazione della personalità attraverso i suoi processi energetici i quali hanno origine dalla respirazione, dal metabolismo, dal movimento e dall’attività sessuale che rappresentano le funzioni basilari della vita di ciascun individuo.

Nel corso del lavoro bioenergetico si aiuta la persona ad entrare in contatto con se stessa attraverso il proprio corpo. Usando esercizi specifici essa inizia a percepire in che modo inibisca o blocchi il fluire dell’eccitazione nel corpo; come abbia limitato la respirazione, i movimenti, l’auto- espressione. In altre parole come abbia diminuito la propria vitalità.

L’origine della pratica e della terapia Bioenergetica si deve al medico e psicanalista Alexander Lowen intorno al 1940, allievo di Wilhelm Reich dal quale riprese alcune teorie chiave:

Il linguaggio del corpo: Reich introdusse nella psicoanalisi anche l’osservazione del corpo, come l’espressione degli occhi e del viso, la qualità della voce e i vari tipi di tensione muscolare

• il tema dell’energia orgonica (proveniente a sua volta dalle teorie di Freud sulla sessualità e sulle nevrosi) ovvero l’energia vitale che ha la sua massima espressione attraverso la sessualità e il cui blocco o inibizione conduce a stati di angoscia, inibizione e blocchi.

la corazza muscolare e caratteriale costituita dagli atteggiamenti che la persona mette in atto per bloccare emozioni e desideri; per ciascuna tipologia caratteriale esiste un corrispondente atteggiamento della persona. Col passare del tempo essa frena ed in alcuni casi impedisce lo sviluppo della propria spontaneità, creatività e identità; lo stato di tensione muscolare prolungato rischia di cronicizzare sino ad influire negativamente sul carattere della persona incapace di sentire, di comunicare e percepire la gioia e il piacere di vivere. La corazza muscolare e caratteriale è di sette tipi a seconda della zona interessata dal blocco: oculare, orale, cervicale, toracica, diaframmatica, addominale, pelvica.

Lowen coniò il termine di “bioenergia” riferendolo ad una pratica in cui si utilizza un approccio prevalentemente corporeo e si adopera l’espressione delle emozioni insieme ad una componente analitica finalizzata al ripristino dell’equilibrio della mente e del corpo, e al miglior utilizzo delle risorse innate di ciascun individuo.
Egli, inoltre, cominciando dall’analisi dei blocchi energetici e muscolari somatizzati giunse a tracciare una mappa delle difese psichiche che costituiscono il carattere di una persona.
Nella sua attività fece uso di alcune posizioni di stress che possono aiutare ad allentare le tensioni accumulate. Una dimostrazione di questa distensione muscolare è l’insorgere nei muscoli di una fine vibrazione.

 La Bioenergetica ci aiuta  ad approfondire il contatto con noi stessi
a vivere con pienezza e consapevolmente i flussi energetici  presenti nel proprio corpo. Possiamo così permetterci di aprirci anche al contatto verso l’esterno, divenendo più sensibili, comprensivi, ma anche più diretti nel rapporto con gli altri.

Bibliografia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...