STRINGIMI FORTE: Primo passo la relazione.

ven. 24 aprile > STRINGIMI FORTE: ore 20.15

incontro formativo multimediale con Massimo Castellano, sessuologo
solo su prenotazione>posti limitati al DARSHAN
scrivi a:
respirolibero@gmail.com

Due  persone si incontrano, si conoscono, si osservano e, se si piacciono, dopo un po’ decidono di mettersi insieme e formare una coppia.
Di primo acchito, detto
così, può sembrare semplicistico, un’ovvietà,.. ma è una delle realtà della vita tra le meno facili da affrontare.. quantomeno senza un minimo di informazioni sull’argomento e di preparazione  psicologica.

In questa materia siamo tutti autodidatti.
Alain de Botton, filosofo e scrittore contemporaneo, lo spiega bene nel libro ‘‘Il corso dell’amore’’ in cui asserisce che l’anima gemella non esiste e che tutti siamo un po’ sbagliati per il partner che scegliamo.. a meno che non ci prepariamo con consapevolezza alla relazione con quella persona che scegliamo per camminare assieme.
Insomma nulla è scontato e, come in tutte le cose, è meglio prepararci ed informarci prima di iniziare una storia affettiva. Non informarci sull’altro, ma su di noi e sul valore della relazione in se stessa. Le dinamiche che dovremo poi affrontare potranno essere meno difficili.

Resta doveroso conoscere bene se stessi, chi siamo, come ci comportiamo, cosa desideriamo e, soprattutto, cosa non vogliamo. In questo modo la scelta sarà un po’ più consapevole e ci riserverà meno delusioni e difficoltà. Guardarsi dentro spaventa un po’ tutti ma è necessario. Non possiamo pretendere che lo faccia un altro mentre noi.. giochiamo a nascondino. Se è difficile per noi per lui/lei sarà impossibile.  Certo è più facile osservare gli altri e questa società è maestra in questa materia..
Un esempio costante sono le trasmissioni come Il Grande fratello o
similari, ma nondimeno lo è anche la società che ci circonda. Non per niente Bergonzoni dice che la televisione va guardata ..ma non accesa.

Quando desideriamo entrare in una relazione affettiva, molte sono le variabili che intervengono nel processo di avvicinamento e scelta del partner, ma alla fine l’accoppiarsi, più o meno profondamente, rimanel’obbiettivo primario; perché siamo animali sociali, come il lupo.. che vive in branco ma poi l’abbandona per farsi una famiglia e poi il ‘‘suo’’ branco. Come lui rispondiamo ad una spinta interiore, ancestrale, alla quale fatichiamo resistere.

Gli uomini e donne da soli non si sentono completi nel loro profondo. Siamo tutti, per natura, destinati all’unione.   Questo ritorno al nucleo, alla fusione tra maschile e femminile è la magia, poco alchemica e molto ‘‘naturale’,’ che porta l’essere umano a riconoscersi nella coppia e a lavorare per questo fine con gli strumenti che ha.

L’ incontro con l’alterità, che ci sembra avvenire ‘‘per caso’’,  in realtà compie un disegno cosmico. Ma il caso, si sa, non esiste, noi siamo il risultato della somma di tutte le nostre scelte del passato. Sempre.   Attraverso l’altro vediamo parti di noi, capiamo, impariamo, anche sbagliamo ..ma, in ogni modo, attraverso quell’esperienza affettiva cresciamo. Comunque.
La sopravvivenza della specie umana e l’evoluzione dell’anima sono le motivazioni della legge naturale che comanda tutto questo processo che si svolge continuamente attorno a noi.

    E così l’unione sessuale di due corpi e due menti, favorisce il proseguo della nostra esistenza di esseri umani sulla terra. Le anime completano e rafforzano l’unione.. in un secondo momento, quello dall’amore, che però.. non corrisponde al periodo dell’innamoramento…                              (ma questo sarà argomento di altro Passo)
C’è chi rimane, il più delle volte per scelta sua, ‘‘fuori dal gioco’’ .. ma la nostra essenza a questo ci spinge e ci riguarda tutti.. per natura. E così, tra difficoltà, timori, tentativi, esaltazione e convinzioni, tutti andiamo, chi prima, chi dopo, chi molto, chi poco, alla ricerca di un partner che ci completi, che ci sia a fianco nella vita nelle strade che prenderemo.

Spesso camminiamo assieme ad un partner solo per qualche tempo e in una certa direzione… Poi la ‘’funzionalità’’ di questa esperienza che facciamo insieme può esaurirsi per uno dei due partner o per ambedue contemporaneamente e allora ci si lascia; sembra un dramma, un lutto, una fine..
E’ invece l’inizio
di un nuovo principio, si apriranno altre diverse opportunità per imparare la vita e tutto quello che in essa c’è ancora da scoprire.
Dovremo aprire una nuova finestra sul mondo e respirare aria nuova, un po’ alla volta i polmoni si riapriranno e la vita ci verrà nuovamente incontro. Nostro malgrado.. si riparte.

Ecco, l’importante quando finisce una storia affettiva, che comunque sia andata è stata per noi positiva perché ci ha insegnato qualcosa, è non chiudere il cuore; solo tenendolo aperto  incontreremo altre occasioni, nuove relazioni, nuove energie e nuove emozioni e, soprattutto non si ammalerà e non ci farà ammalare..
Tenendo il cuore chiuso blocchiamo il nostro divenire. Ormoni, umore, iniziative, speranze e novità saranno nuovamente in circolo dentro e intorno a noi e l’affetto, l’intimità e il domani potranno tornare a fare parte della nostra vita nei nostri giorni futuri per farci vedere il mondo non più in bianco e nero ma nuovamente a colori.

  ..E’ naturale.

https://www.facebook.com/events/510266599914067/

Massimo Castellani, consulente sessuologo della relazione affettiva.
Da più di dieci anni conduce serate a tema, conferenze, seminari esperienziali, workshop  e gruppi di lavoro su tematiche riguardanti la crescita personale, l’autostima e la relazione affettiva, con particolare attenzione alla sfera dell’intimità e della sessualità. Ha praticato discipline psico corporee (Tantra e Tao) che gli hanno conferito una particolare visione della vita e conoscenza delle filosofie orientali. Conduce progetti di educazione all’affettività e alla sessualità nelle scuole superiori. Ospite di trasmissioni radiotelevisive.Coautore del libro “Sesso: energia, fantasia, vitalità e gioco” (Ed. Mediterranee).

C E N T R O – D A R S H A N
Tel. 3477603015
Via Gentilotti 14 TRENTO
http://www.respirolibero.it   
visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro