AUMENTA L’AUTOSTIMA….in pochi passi…

autos res

Uno dei pilastri per vincere la paura e realizzare noi stessi è l’autostima.

martedì 12 gennaio 2016 ore 20.30

L’autostima può essere appresa e portare notevoli benefici in molti settori della vita.

Perché l’autostima è così importante?
L’autostima funziona come una lente che ingigantisce o sminuisce le nostre risorse personali. 

Molti non sanno cosa sia l’autostima. Sicuramente significa credere in se stessi, avere fiducia nelle proprie capacità. Ma, concretamente, cosa vuol dire?
L’autostima è, secondo la definizione della Programmazione Neuro-Linguistica, una serie di convinzioni su se stessi e sulla propria identità. Quindi: chi siamo noi? Chi crediamo di essere?  Che etichette ci diamo? A queste domande potremmo rispondere: “io sono fatto così”. Alla maggior parte delle persone fa comodo dirlo, per declinare la responsabilità delle proprie azioni: “non dipende da me, sono fatto così, ci sono nato”. Se abbiamo dei difetti, dei problemi, se non sappiamo fare qualcosa, ci giustifichiamo affermando che non dipende da noi.

“Tutto ciò che l’uomo può pensare, lo può anche realizzare”.

Le convinzioni sono alla base della nostra autostima. Credere in se stessi, convincersi di valere come persone, abbandonare la convinzione di essere timidi o insicuri: tutto ciò determina la propria autostima. 

La tua autostima dipende dalle tue convinzioni su te stesso e sul mondo che ti circonda. 

Le convinzioni sono anche alla base del nostro carattere, del nostro modo di vedere le cose e di comunicare. Quindi, ad esempio, potremo imparare tutte le tecniche che vogliamo, ma se siamo convinti che una data persona ci è antipatica o che non ci vuole bene, non riusciremo a comprenderla ed a ricalcarla.

Se un uomo può concepire una cosa nella sua mente, esiste sempre un modo per raggiungerla e per realizzarla. E se il perché è abbastanza forte, allora il come non è mai un problema. 

Se concepiamo un progetto, ritenendolo in qualche modo realizzabile, abbiamo ottime possibilità di concretizzarlo, altrimenti è quasi certo che resterà tale. Se diciamo: “no…tanto non ce la posso fare”, cosa succede? Non ci impegniamo, non ci proviamo neanche, perché tanto sappiamo di non poter arrivare alla meta desiderata, quindi si innesca un circolo vizioso per cui otterremo risultati scarsi, la nostra autostima andrà sottozero, e finiremo nel più totale insuccesso. 

Chi sperimenta bassa autostima non sentendosi sufficientemente sicuro del proprio valore e delle proprie qualità, evita di scegliere e agire per un eccessivo timore di sbagliare, sperimenta maggior incertezza e difficoltà a staccare da una situazione problematica per cercare una soluzione e quando vive un insuccesso soffre maggiormente, associando l’accaduto esclusivamente ad una sua mancanza mentre quando sperimenta un successo tende a svalutarlo, a sminuirlo. 

Si può considerare la bassa autostima come una spia di allarme; quando cala ci avvisa che stiamo inseguendo desideri altrui trascurando quelli che sono i nostri reali bisogni.

L’autostima non si basa su fattori esterni come la ricchezza o la bellezza, non è qualcosa di innato ne tantomeno si può ottenere dagli altri. Purtroppo la nostra educazione non favorisce la stima di sé, fornendo sempre troppa attenzione ai difetti, alle mancanze, agli errori.

L’autostima, invece, può essere appresa e portare notevoli benefici in molti settori della vita.

La persona che ha stima di sé non ha paura di sbagliare, stabilisce buone relazioni con gli altri, sa affrontare meglio le difficoltà e gli insuccessi della vita, non dipende dal giudizio degli altri e sa farsi rispettare.
Al confronto coloro che hanno una buona autostima nonostante possano essere colti da dubbi sulla propria persona, dubbi che fanno parte della natura dell’essere umano, si concentrano su quello che hanno di buono e accettano i propri limiti.

love me

AUMENTA L’AUTOSTIMA seminario con dispensa con Emanuele Tartaglia, Fisico e scrittore……su prenotazione
Fisica Quantistica, PNL

guarda anche le ATTIVITA’ e PROMOZIONI
prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N 
Tel 347-760.30.15
Via Paradisi, 15/3 TRENTO
http://www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

Annunci

OLTRE I LIMITI della PAURA…

oltre

La paura è la padrona delle nostre vite finchè è inconsapevole..agisce sottilmente impedendoci e bloccando la nostra piena soddisfazione…..ma può diventare la nostra alleata se la riconosciamo come energia e forza a nostra disposizione.

Cos’è la paura? Un’emozione bloccante che proviamo di fronte a una “minaccia”,
ma è importante capire che non dipende dallo stimolo esterno, ma solo da come lo valutiamo.

Abbiamo paura se consideriamo pericolose le cose che dobbiamo affrontare, quindi la paura deriva dalla nostra convinzione che ci sia un pericolo, è solo una reazione soggettiva…

Non conta se ci troviamo di fronte a una minaccia, conta se noi consideriamo pericoloso qualcosa. Ad esempio potremmo avere paura degli orsi …. e se ne vediamo uno la paura ci blocca, o ci fa scappare, senza considerare che la maggior parte sono innocui.

Fintanto che ci identifichiamo con la nostra mente, l’ego gestisce la nostra vita.
L’ego è molto vulnerabile e insicuro e si vede continuamente minacciato. Rammentiamoci che un’emozione è la reazione del corpo alla mente.

Quale messaggio il corpo riceve continuamente dall’ego, dal sé falso, creato dalla mente? Pericolo, sono minacciato. E quale emozione viene generata da questo messaggio continuo? La paura, naturalmente.
In definitiva ogni paura è la paura che l’ego ha della morte, dell’annullamento. Il nostro ego non può permettersi di avere torto. Avere torto significa morire.

Compreso che siamo noi a creare le nostre paure perché pensiamo di non poter fronteggiare una certa sfida o una difficoltà, possiamo imparare a vincere la paura, e in modo definitivo.

OLTRE I LIMITI della PAURA: martedì 1 dicembre ore 20.30
conoscerla, affrontarla, usarla: REALTA’ QUANTISTICA con Emanuele Tartaglia, Fisico e scrittore……seminario con dispensa su prenotazione

siiii

guarda anche le ATTIVITA’ e PROMOZIONI
prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N 
Tel 347-760.30.15
Via Paradisi, 15/3 TRENTO
http://www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

RESPIRARE LE 5 EMOZIONI

5 emozioni
Dalla repressione alla Competenza Emotiva.

Perché respiriamo male? Perché siamo stressati e sentiamo poco la vita e noi stessi?

Perché proviamo poca gioia e ci lamentiamo?…..Siamo bloccati e non lo sappiamo!

Il respiro ci mette subito in contatto col nostro SENTIRE fatto di sensazioni e di emozioni..
E’ il nostro mondo interiore perlopiù inconscio…fatto anche di ricordi ricorrenti, immagini archetipiche…sogni…

Oggi abbiamo grandi conoscenze sul potere delle emozioni e dei sentimenti per il nostro pieno benessere e salute fiscia/emotiva/mentale/spirituale….ma siamo così identificati che non sappiamo ancora padroneggiarle!

Si tratta di consapevolizzare e sciogliere i nostri blocchi energetici per aprirci al potere delle emozioni….come?   Con il RESPIRO ENERGETICO COSCIENTE (Breathwork)

Dedicheremo 5 sessioni tematiche ad esplorare: GIOIA-TRISTEZZA-RABBIA-PAURA-VERGOGNA
un approccio dolce senza iperventilazione con visualizzazioni e suggestioni guidate.

INTELLIGENZA EMOTIVA significa riconoscere ed usare il potere delle emozioni

PRESENTAZIONE GRATUITA martedì 27 ottobre ore 20.30  

  1. sessione RESPIRARE GIOIA giovedì 5 novembre ore 20.30

  2. sessione RESPIRARE TRISTEZZA giovedì 12 novembre ore 20.30

  3. sessione RESPIRARE   RABBIA giovedì 19 novembre ore 20.30

  4. sessione RESPIRARE  PAURA giovedì 26 novembre ore 20.30

  5. sessione RESPIRARE  VERGOGNA giovedì 3 dicembre ore 20.30


guarda anche le ATTIVITA’ e PROMOZIONI
prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel 347-760.30.15
Via Paradisi, 15/3 TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

L’Emozione che crea e la Realtà Quantistica

02forza-guaritrice-cuore

>LA REALTA’ QUANTISTICA :IDENTIFICA I TUOI OBIETTIVI  martedi 27 ott. ore 17.45-19.45 

La mente non è solo pensiero, comprende anche le emozioni. L’emozione è la reazione del corpo alla mente o, si potrebbe dire, un riflesso della mente nel corpo. 

Per esempio, un pensiero ostile crea nel corpo un accumulo di energia che chiamiamo “collera”.
Il pensiero di essere minacciati induce il corpo a contrarsi, e questo è il lato fisico di ciò che chiamiamo “paura”.
Più ci identifichiamo con il nostro pensiero, più forte sarà la carica emozionale. Se veramente vogliamo conoscere la mente, il corpo ce ne darà sempre un riflesso veritiero, per cui bisogna osservare l’emozione o piuttosto sentirla nel corpo. Se vi è un apparente conflitto, il pensiero sarà la menzogna, l’emozione sarà la verità. 

La nostra realtà la creiamo con il pensiero. Quando azioniamo la forza dell’intenzione, quando ad esempio desideriamo qualcosa e inneschiamo la volontà di averla, i pensieri si “condensano” creando gli eventi, la materia.
Quando pensiamo qualcosa, che sia frutto di un nostro ragionamento o di una manipolazione, tendiamo a manifestarlo. Noi creiamo la realtà con l’intenzione (intento, volontà) di manifestare un certo pensiero, e affermiamo (affermazione) che una cosa è così, cioè indichiamo lo stato presente di una certa realtà.
I pensieri diventano cose. Questo è il principio di base che trasforma un desiderio in realtà.
Gli unici fattori limitanti sono gli altri nostri pensieri. I pensieri sono come la forza di gravità, non distinguono né giudicano quello che stiamo pensando, semplicemente esistono. Non ogni pensiero, parola e sentimento si presta alla creazione.
Quello che fa la differenza sono le emozioni. Le emozioni sono potere puro, e combinate alla visualizzazione fanno sì che le cose si realizzino.
Tutto quello che influenza i pensieri influenza la vita e niente influenza il pensiero più delle nostre credenze. Come uno crede, così penserà. Qui sta il trabocchetto, pensiamo che le nostre risposte siano semplici e innocenti osservazioni sulla realtà e su noi stessi, ma di fatto abbiamo contribuito a creare la nostra realtà. Se, per esempio, pensiamo che la vita sia dura, questa lo diventerà.

con Emanuele Tartaglia, Fisico e scrittore 

guarda anche le ATTIVITA’ e PROMOZIONI
prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

C E N T R O – D A R S H A N Darshan-sun
Tel 347-760.30.15
Via Paradisi, 15/3 TRENTO
www.respirolibero.it   

visita la pagina FB     Darshan la Via del Respiro

 

Cos’è il REBIRTHING-BREATH-WORK?

breathwork1-576x383

Il Re-birthing (= ri-nascere) Breathwork (=lavoro sul respiro) è un sistema olistico di respirazione,per raggiungere il benessere globale (fisico-energetico-psicologico);

è molto più che una terapia respiratoria, è una via di autorealizzazione,
una scuola di crescita personale, basata su un approccio pratico ed energetico alla vita,
in cui il respiro è lo strumento principe, assieme al risveglio della consapevolezza
e all’uso dell’Intenzione  per raggiungere uno stato di libertà.

Il nome “Rinascere” è dovuto a due motivi:

1) l’esperienza di gioiosa rinascita e rinnovamento che la maggior parte prova
quando libera il respiro e integra parti inconsce.

2) molti ricordano la nascita, che è l’imprinting emozionale primario della nostra mente inconscia,
cioè uno dei più grandi condizionamenti

Le origini del Rebirthing sono molto antiche,
è una tecnica dello yoga sia indiano (pranapanagati) che taoista e
troviamo riferimenti nel tantrismo, buddhismo e sciamanesimo.
Da sempre l’uomo ha usato speciali modi di respirare
per entrare in nuovi spazi di consapevolezza e contattare il divino.

Questa tecnica è stata introdotta in occidente intorno agli anni ’70 da Leonard Orr,
che sperimentò spontaneamente questa esperienza nella vasca da bagno
e in seguito fu ispirato da un Maestro indiano (Babaji di Herackan) a diffonderla in occidente.

Il Rebirthing olistico consiste essenzialmente in:
respirazione energetica unita all’autosservazione
come mezzo per condurre le persone ad una più profonda conoscenza di sé
e ad un maggior benessere psico-fisico, conseguenti al rilascio dei blocchi psico-energetici.

Queste 2 caratteristiche principali sono abilità che si apprendono gradualmente
apportando esperienze profonde e di sblocco nelle sessioni
e importanti miglioramenti nella vita quotidiana.

1) La Respirazione energetica è un particolare modo di respirare che
alza il nostro livello di energia vitale, dissolvendo i blocchi che la inibiscono,
permettendo quindi di sciogliere tensioni fisiche, ed emotive, pensieri negativi e limitanti,
e facendoci quindi sperimentare maggiore gioia e luce dentro di noi ora.

Non è mai una forzatura ma un invito a rilassarsi e ad amarsi ad ogni respiro,
nel momento presente, perfetto così com’è…

2) L’autosservazione è l’abilità di osservare noi stessi nei vari livelli:
fisico-emotivo-mentale-spirituale, senza identicarci nei vari contenuti,
senza giudicare e imparando a fluire con l’esperienza con amore e gratitudine.

Si potrebbe immaginare il Rebirthing come una sorta di “doccia interiore” o “lavaggio emozionale- energetico” capace di portare via con sé tutto ciò che incontra (tensioni, dolori, emozioni, pensieri).

E’ una tecnica di liberazione e di purificazione tra le più efficaci, semplici e potenti
che si conoscano……>>>continua l’articolo  qui…

 

Il Rebirthing è una tecnica intensa che può essere sperimentata in modo dolce e graduale,
con l’aiuto di un buon Rebirther (insegnante di respiro: colui che conosce bene il processo di liberazione del respiro per averlo sperimentato a lungo e che lo pratica quotidianamente).

Chiedi un incontro…sperimenta!

prenotati per partecipare alle attività scrivi a: respirolibero@gmail.com

guarda il >>>Programma ATTIVITA’>>

C E N T R O – D A R S H A N
Tel 347-760.30.15
Via Paradisi, 15/3 TRENTO
www.respirolibero.it

visita la pagina FB Darshan la Via del Respiro